1. Ricordi d'estate - parte 1


    Data: 18/02/2017, Categorie: Voyeur, Autore: Alba6990, Fonte: EroticiRacconti

    (Questa storia avviene prima dei fatti scritti nella serie "Il mio amore", quando Christian era ancora il mio migliore amico e basta) Ohh, finalmente l'estate. Alba non ce la faceva più a stare a Milano, in mezzo allo smog e a quella pianura che si distendeva per chilometri e chilometri, con un paesaggio fuori dal balcone di casa sua che era dir poco grottesco per colpa del vicino di casa che bestemmiava dalla mattina alla sera per qualsiasi cazzata e un altro vicino che si grattava l'uccello in mutande sul balcone. Il 2 Luglio, Alba arrivò a Marotta, il paesino dove lei va tutti gli anni, situato sulla costa marchigiana, esattamente tra Fano e Senigallia e a 15 minuti di treno da Riccione. Quell'estate sarebbe stata fantastica: due mesi di puro relax di giorno e di pura baldoria di notte, le discoteche della zona avevano organizzato una festa quasi ogni sera, ospiti speciali arrivavano a suonare al Cocorico e allo schiuma party dell'Aquafan, i suoi amici erano più carichi che mai. Aveva appena finito la prima superiore con ottimi risultati, i compiti da fare erano pochi e niente avrebbe rovinato quella vacanza. Appena scese dalla macchina, già a piedi nudi e in costume, si fiondò nella spiaggia dove passava la mattina con i suoi e un paio di amici, perché ci lavorava un membro della loro compagnia come bagnino. Si abbracciarono fortissimo, visto che erano mesi che non si vedevano. Lui era sempre solare e...Alba constatò che era carino. Molto carino. Anzi, la parola giusta è ... figo della madonna. Tutti quanti lo soprannominavano Jacob, perché con il suo fisicaccio, la pelle abbronzata e i capelli neri somigliava incredibilmente a Taylor Lautner nei panni di Jacob nel film "New Moon". Ma doveva aver fatto un po' più di palestra, vista la tartaruga che aveva sull'addome, i pettorali possenti. Comunque, Jacob (lo chiameremo così) le disse che si era lasciato da poco con la sua ragazza e che quindi, quella sera sarebbe andato "a caccia". Alba scoppiò a ridere e scoprì che proprio quella sera c'era una festa in un locale sulla spiaggia a Senigallia e che ci sarebbero andati tutti quanti. Alle 21, l'ora del ritrovo nella sala giochi sulla spiaggia, Alba si diresse ai tavoli fuori dove stava tutta la "banda di fuori di testa" come le piaceva chiamare il suo grande gruppo di amici, che la accolsero calorosamente. Ma...mancava qualcuno all'appello. "Lui dov'è??" Chiese Alba a Paolo. Lui rise e le disse: "Sta arrivando, tranquilla." "Allora cazzo, se lui non si da una mossa a venire qua lo meno, perché stasera voglio sbronzarmi con lui!" Rispose lei scherzando. Però cavolo. Dov'era? Era ansiosissima di vederlo. Poi lo vide arrivare dal vicolo dietro la sala giochi. Aveva fatto un piccolo cambio di look. L'anno prima aveva i capelli leggermente lunghi, con un po' di frangetta. Adesso invece si era tagliato i capelli sui lati, lasciando invece il folto sopra. Per fortuna non si era rasato a zero nei lati, sennò sarebbe sembrato a un tamarro milanese. Appena la ...
«123»