1. Lo sconosciuto di Lucia

    20/08/2018: Togliermi le mutandine, una volta seduta di fronte il pc, oltre che rilassante è quasi eccitante la sensazione del soffice tessuto elastico che ti carezza le gambe scendendo fino ai piedi. Ormai è quasi una routine, incontrollabile, desiderata, voluta ed attesa.Di uscire, per ora nessuna voglia.Il caldo è troppo, lo stress accumulato è stato eccessivo.Finalmente ho fatto anche gli orali, ora leggere racconto
    Categorie: Orge, Dominazione, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  2. A Modo Suo

    20/08/2018: Sono sdraiata su un letto matrimoniale, con braccia e gambe divaricate, le caviglie e i polsi sono legati ognuno al rispettivo angolo del letto. Indosso solo delle decoltè nere, un paio di calze autoreggenti e una benda, che mi fascia gli occhi. Non posso muovermi né vedere.. ma gli altri sensi sono sufficienti per sentire la sua presenza. L’olfatto mi fa inebriare del suo profumo e l’udito è teso leggere racconto
    Categorie: Saffico, Dominazione, Autoerotismo, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  3. Le vuoi le autoreggenti

    19/08/2018: Sono le sei e tutto intorno a noi tace. Sento che ti avvicini e mi abbracci. So cosa vuoi, è tanto tempo che non stiamo più insieme. Le tue mani si appropriano di quello che non è più tuo da tempo, ma questo non lo puoi sapere. Nonostante tutto, il tuo tocco caldo mi fa accrescere l’eccitazione. Mi lascio andare al tuo lento su e giù sul mio pene, ormai completamente sveglio. So cosa devo fare, lo leggere racconto
    Categorie: Etero, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  4. Un'essenza rara

    19/08/2018: Lo stanzone era lungo una ventina di metri, a destra le pareti d’un colore metallico color bronzo violaceo, che riflettevano sulle finestre di vetro oscurate da cui si vedevano peraltro le vetrate degli altri grattacieli, al centro invece un gigantesco tavolo ovale per i congressi d’un freddo e lucente color mogano, in fondo al salone viceversa, dietro la scrivania, s’innalzava una poltrona che leggere racconto
    Categorie: Sensazioni, Altro, Dominazione, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  5. Buona educazione

    18/08/2018: L’altro giorno tra le tue gambe c’era il mio viso. Ho giocato con le tue labbra e con il piercing sul tuo clitoride. Succhiavo, stringevo con la bocca, mordicchiavo e leccavo. Ogni tanto mi guardavi e allora io ero felice. Volevamo entrambe la stessa cosa, questo lo sapevamo prima e ce lo siamo detto più tardi, quando eravamo ormai rilassate l’una nell’abbraccio dell’altra. Desideravamo fonderci leggere racconto
    Categorie: Sensazioni, Saffico, Dominazione, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  6. La compagna del Liceo

    17/08/2018: Il giorno che uscirono i risultati della Maturità, non ero nervoso per il voto. Come tutti, i conti in tasca me li ero fatti, e mi dirigevo verso l'istituto con una vaga idea di quel che avrei avuto davanti. Quel che mi rendeva nervoso, sul mio vissuto scooterino, era che avrei rivisto tutti i miei compagni per l'ultima volta. O una delle ultime.Certo, si parlava di fare una bella cena di classe, leggere racconto
    Categorie: Etero, Dominazione, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  7. Nicol e Manuel

    17/08/2018: Capitolo Primo- Come va, piccola?Manuel era appena entrato e le sorrideva allegro, nascondendo una mano dietro la schiena.Nicol era seduta sul letto e si pettinava i lunghi capelli mossi. Non rispose alla domanda.Manuel le si avvicinò pian piano. Di scatto scoprì il braccio e le porse un mazzo di fiori variopinti.- E’ meraviglioso! Grazie! – esclamò, luminosa in viso.Manuel le si sedette accanto leggere racconto
    Categorie: Etero, Dominazione, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  8. Incontri nel vuoto assoluto

    17/08/2018: Rotondo, morbido e levigato. Pelle chiara.Tutt'attorno nient'altro che buio. Solo il culo di Roberta. Nella mia testa. Idealizzato. Al centro del mio campo visivo.Si avvicina come se fosse un hovercraft nello spazio siderale. Silenzioso, maestoso.Riesco ad intuire la presenza della schiena e delle gambe. Sono marginali.Il culo di roberta è sodo e le sue chiappe profumano di sapone al timo.E' leggere racconto
    Categorie: Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  9. One more time

    17/08/2018: Questo mese la nostra storia compie due anni.Ci siamo conosciuti per caso. I soliti amici comuni hanno invitato entrambi ad una festa: un incontro banale, niente di avventuroso o d'insolito.Non ricordo di lei cosa mi abbia colpito di più, la prima volta che me l'hanno presentata. Forse i capelli di un biondo lucido dai riflessi praticamente metallici. O la stupefacente trasparenza della pelle. E' leggere racconto
    Categorie: Etero, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  10. Il gioco delle parti

    17/08/2018: Sei stata la peggiore in campo oggi!!..scusi Mister..non mi sentivo bene..non ero concentrata.. le poche parole che riesci a dire, umiliata, stringendo i pochi centimetri di stoffa della divisa blu che ricoprono il tuo corpo flessuoso..E ti costava tanto dirmelo prima??! ci sei costata la sconfittaaa!! un urlo accompagnato da un sonoro ceffone sulla natica sinistra..Una scossa elettrica, il dolore leggere racconto
    Categorie: Etero, Dominazione, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  11. Dolce nottata

    16/08/2018: Lo si sapeva già, ci siamo visti a cena per questo, io, lui, lei e l’altro … due coppie ben affiatate che amano scambiarsi. Un poco di giochetti in quattro, preliminari allegri poi io con l’altro e lui con lei.Il solito sesso ben fatto .. l’altro mi conosce bene, sa cosa mi piace, sa che desidero dettare i tempi dei preliminari, lascia che sfoghi il mio piacere in una sequenza stupenda di orgasmi leggere racconto
    Categorie: Sensazioni, Trio, Saffico, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu
  12. L'occasione è sopraggiunta

    16/08/2018: Io avevo sentito Gaia poche volte, qualche frase scritta rubata in fretta alle attenzioni delle abitudini in quelle giornate di scarso lavoro, dal momento che potevo solamente immaginare tutto di lei, ma non sapevo nulla. La fantasia doveva riempire e infine completare ogni lacuna, ogni mancanza senza una guida, tracce così deboli d’affliggere scoraggiando in ugual modo il più accanito e caparbio leggere racconto
    Categorie: Etero, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu